Principale Sport E Giochi Chess 101: tutti i nomi dei pezzi degli scacchi e le mosse da conoscere

Chess 101: tutti i nomi dei pezzi degli scacchi e le mosse da conoscere

Sebbene le forme del gioco da tavolo ora conosciute come scacchi esistano dal VI secolo, ci sono voluti quasi mille anni perché i pezzi usati nel gioco raggiungessero la loro forma moderna. Mentre le regole che governano questi pezzi possono essere relativamente semplici, le relazioni tra loro sono complesse.

Il nostro più popolare

Impara dai migliori

Con più di 100 classi, puoi acquisire nuove abilità e sbloccare il tuo potenziale. Gordon Ramsaycucinare io Annie LeibovitzFotografia Aaron SorkinSceneggiatura Anna WintourCreatività e leadership deadmau5Produzione di musica elettronica Bobbi BrownTrucco Hans ZimmerColonne sonore Neil GaimanL'arte della narrazione Daniel NegreanuPoker Aaron FranklinBarbecue stile texano Misty CopelandBalletto Tecnico Thomas KellerTecniche di cottura I: verdure, pasta e uovaIniziare

Vai alla sezione


6 pezzi degli scacchi in set di scacchi standard

Un set di scacchi standard ha 32 pezzi, 16 per lato. Questi pezzi sono talvolta chiamati scacchi, ma i giocatori più esperti si riferiscono ai loro pezzi come materiali. Le regole degli scacchi governano il modo in cui ogni pezzo viene posizionato, come ogni pezzo si muove attraverso il numero di caselle e se sono consentite mosse speciali.



1. Il pedone.

Il pedone è il pezzo di valore più basso sulla scacchiera e ci sono otto pedoni per giocatore. Il modo in cui i pedoni sono disposti sulla scacchiera è chiamato struttura del pedone. Alla prima mossa, un pedone può avanzare di uno o due spazi. In tutti i turni successivi, possono muovere solo di uno spazio. I pedoni possono catturare pezzi solo mentre si muovono in avanti e in diagonale, a sinistra oa destra. (In alcuni casi, potrebbe anche essere possibile che un pedone catturi a proposito .) Se un pedone arriva fino al lato opposto della scacchiera, può essere promosso in qualsiasi altro pezzo (eccetto il re).

2. Il Cavaliere.

Insieme agli alfieri, i cavalieri compongono i pezzi minori. Un cavallo vale tre punti, o uguale al valore di tre pedoni. Il cavallo ha regole di movimento insolite in una partita a scacchi. La capacità del cavallo di saltare altri pezzi lo rende particolarmente prezioso, come nei giochi in cui il centro della scacchiera è occupato da pedoni che ostacolano il movimento degli altri pezzi.

  • Il cavallo è l'unico pezzo che può saltare altri pezzi come parte della sua normale mossa.
  • Il cavallo deve sempre muoversi a forma di L: due spazi in una direzione, e poi uno spazio perpendicolare, o viceversa.

3. Il Vescovo.

Come il cavallo, l'alfiere è considerato un pezzo minore del valore di 3 pedoni, o punti. L'alfiere può muovere qualsiasi numero di spazi in diagonale in qualsiasi direzione. Ciò significa che l'alfiere di un giocatore rimarrà sempre dello stesso colore su cui è iniziato. Pattugliando i ranghi e le file della scacchiera, la torre è uno dei pezzi più potenti nell'arsenale di un giocatore di scacchi.



4. La Torre.

La torre è considerata un pezzo importante del valore di cinque pedoni, due in più di un alfiere o di un cavallo e poco meno di due alfieri o due cavalli. Due torri sono considerate leggermente più forti (di un pedone) di una singola regina. Una torre può muoversi sia di ranghi che di file (cioè, orizzontalmente o verticalmente) un qualsiasi numero di spazi occupati per mossa. Come altri pezzi non cavalieri, la torre si muove attraverso spazi non occupati e cattura un pezzo avversario occupando il suo spazio.

5. La regina.

La regina moderna è il pezzo più prezioso nel gioco degli scacchi e un componente chiave in innumerevoli strategie scacchistiche. In termini materiali, la regina ha un valore di nove punti, equivalente in valore a tre pezzi minori, quasi quanto entrambe le torri e più prezioso di ciascuno dei tuoi pedoni. La regina può muoversi attraverso un numero illimitato di caselle non occupate in qualsiasi direzione: orizzontalmente, verticalmente o diagonalmente. In altre parole, le mosse della regina combinano le mosse della torre e dell'alfiere, rendendolo un pezzo estremamente strategicamente utile.

6. Il re.

Il re è il pezzo più importante negli scacchi e la strategia scacchistica spesso ruota attorno alla ricerca di modi per proteggere il tuo re mentre minacci quello del tuo avversario. Il re può muoversi in qualsiasi direzione, anche se solo di una casella alla volta. Questo potrebbe sembrare rendere il re un pezzo versatile, ma c'è una grande eccezione: il re non può mai muoversi in una casa che viene attaccata da un pezzo avversario (il re non può mai mettersi sotto scacco). Ciò significa anche che un re non può mai essere adiacente a un altro re. Sebbene sia importante per ogni giocatore proteggere il proprio re, durante la fine del gioco potrebbe diventare un potente pezzo d'attacco. Lo scacco matto è lo stato finale di una partita di scacchi, il che significa che il re in difesa è stato messo sotto scacco senza via d'uscita. Tecnicamente, il re è l'unico pezzo che non viene mai catturato in una partita a scacchi, poiché il gioco termina nel momento in cui viene dichiarato lo scacco matto.



Comprensione dei valori in punti dei pezzi degli scacchi

Prima di iniziare a pensare alle mosse, alle tattiche e alla strategia degli scacchi, devi capire il valore dei tuoi pezzi (chiamato anche il tuo materiale). Ad ogni pezzo viene assegnato un valore numerico, basato sulla sua forza percepita in termini di pedoni (cioè, un cavallo vale circa tre pedoni, mentre una torre ne vale cinque).

  • Pedone: 1 punto (o pedone)
  • Cavaliere: 3 punti
  • Vescovo: 3 punti
  • Torre: 5 punti
  • Regina: 9 punti

Conoscere il valore del tuo materiale può aiutarti a valutare se vale la pena scambiare un pezzo con un altro. In generale, il giocatore con più materiale di alto valore disponibile in un gioco avrà il vantaggio.

Detto questo, non basta conoscere il valore numerico dei propri pezzi; devi sapere come distribuirli in modo efficace sul tavolo degli scacchi. Sviluppare il tuo materiale di alto valore è una parte fondamentale della strategia di apertura degli scacchi. A volte, può anche valere la pena sacrificare alcuni pezzi minori per sviluppare un pezzo più prezioso.

cosa significa ode in poesia?

Come decidi quali pezzi sviluppare per primi? Quando vale la pena sacrificare materiale di alto valore per migliorare la propria posizione? Questi sono i tipi di domande critiche a cui è possibile rispondere solo se sai con quale materiale stai lavorando.

Garry Kasparov insegna scacchi Serena Williams insegna tennis Stephen Curry insegna tiro, gestione della palla e punteggio Daniel Negreanu insegna poker

Per saperne di più

Ottenere il Abbonamento annuale MasterClass per l'accesso esclusivo a lezioni video tenute da maestri, tra cui Garry Kasparov, Daniel Negreanu, Stephen Curry, Serena Williams e altri.