Principale Attività Commerciale Scopri le recessioni: cause, effetti e come l'America ha superato la grande recessione del 2008

Scopri le recessioni: cause, effetti e come l'America ha superato la grande recessione del 2008

La Grande Recessione del 2008 ha portato molte persone a chiedersi cosa fosse una recessione e perché fosse avvenuta in primo luogo. La storia fornisce lezioni inestimabili agli economisti che studiano le recessioni e le riprese economiche, ma è anche importante per il cittadino medio capire come il comportamento dei consumatori può influenzare i mercati, specialmente quelli che finiscono in un declino significativo.

Vai alla sezione


Paul Krugman insegna economia e società Paul Krugman insegna economia e società

L'economista premio Nobel Paul Krugman ti insegna le teorie economiche che guidano la storia, la politica e aiutano a spiegare il mondo che ti circonda.



Per saperne di più

Che cos'è una recessione?

Una recessione è un rallentamento o una contrazione dell'economia durante un ciclo economico. Il periodo di tempo e cosa indica esattamente una recessione economica non sono ben definiti. Alcuni paesi ed economisti definiscono una recessione come una contrazione su due trimestri consecutivi, alcuni la definiscono come sei mesi e alcuni non definiscono affatto il periodo di tempo, assumendo una visione più completa e sfumata di diversi punti di dati per indicare una recessione.

Qual è la differenza tra una recessione e una depressione?

La differenza tra una recessione e una depressione si riduce in gran parte alla gravità. Sebbene non esista una definizione prestabilita, una depressione può essere pensata come una recessione estesa che dura per un tempo straordinariamente lungo: anni, piuttosto che mesi o trimestri. La Grande Depressione, ad esempio, durò dal 1929 fino all'inizio della seconda guerra mondiale. In confronto, la cosiddetta Grande Recessione del 2007-2009 è durata 18 mesi.

Cosa causa una recessione?

Alcune recessioni possono essere ricondotte a una causa chiaramente definita. Ad esempio, la recessione del 1973-1975 è iniziata a seguito della crisi petrolifera del 1973. Tuttavia, la maggior parte delle recessioni è causata da una complessa combinazione di fattori, tra cui alti tassi di interesse, bassa fiducia dei consumatori e salari stagnanti o reddito reale ridotto nel mercato del lavoro. Altri esempi di cause di recessione includono corse agli sportelli bancari e bolle patrimoniali (vedi sotto per una spiegazione di questi termini).



Paul Krugman insegna economia e società Diane von Furstenberg insegna come costruire un marchio di moda Bob Woodward insegna giornalismo investigativo Marc Jacobs insegna design della moda

Quali sono gli indicatori di una recessione?

Gli economisti determinano se un'economia è in recessione esaminando una varietà di statistiche e tendenze. I fattori che indicano una recessione includono:

  • In aumento la disoccupazione
  • Aumento di fallimenti, inadempienze o pignoramenti
  • Tassi di interesse in calo
  • Riduzione della spesa dei consumatori e della fiducia dei consumatori
  • Prezzi delle attività in calo, compreso il costo delle case e cali nel mercato azionario

Tutti questi fattori possono portare a una riduzione complessiva del Prodotto Interno Lordo (PIL). L'Unione Europea e il Regno Unito definiscono una recessione come due o più trimestri consecutivi di crescita negativa del PIL reale.

Negli Stati Uniti, il National Bureau of Economic Research (NBER) tiene traccia di più indicatori economici, compresi quelli sopra elencati, per determinare se l'economia statunitense è in recessione. Ad esempio, il NBER ha dichiarato una recessione all'inizio degli anni '90, anche se il PIL si è contratto in modo incoerente per tre trimestri non consecutivi.



Il lettore video è in fase di caricamento. Riproduci video Giocare Muto Ora attuale0:00 / Durata0:00 Caricato:0% Tipo di flussoVIVERECerca di vivere, attualmente suonando dal vivo Tempo rimanente0:00 Velocità di riproduzione
  • 2x
  • 1,5x
  • 1x, selezionato
  • 0,5x
1xCapitoli
  • Capitoli
Descrizioni
  • descrizioni disattivate, selezionato
didascalie
  • impostazioni didascalie, apre la finestra di dialogo delle impostazioni dei sottotitoli
  • didascalie disattivate, selezionato
Livelli di qualità
    Traccia audio
      A schermo intero

      Questa è una finestra modale.

      come iniziare a confrontare e confrontare il saggio

      Inizio della finestra di dialogo. Escape annullerà e chiuderà la finestra.

      TestoColoreBiancoNeroRossoVerdeBluGialloMagentaCyanTrasparenzaOpacoSemitrasparenteSfondoColoreNeroBiancoRossoVerdeBluGialloMagentaCyanTrasparenzaOpacoSemi-TrasparenteTrasparenteFinestraColoreNeroBiancoRossoVerdeBluGialloMagentaCyanTrasparenzaTrasparenteSemitrasparenteOpacoDimensione carattere50%75%100%125%150%175%200%300%400%Stile bordo testoNessunoRaisedDepressedUniformDropshadowFamiglia di caratteriProportional Sans-SerifMonospace Sans-SerifProportional SerifMonospace SerifCasualScriptMaiuscolo Resetripristinare tutte le impostazioni ai valori predefinitiFattoChiudi finestra modale

      Fine della finestra di dialogo.

      Scopri le recessioni: cause, effetti e come l'America ha superato la grande recessione del 2008

      Paul Krugman

      Insegna Economia e Società

      Esplora la classe

      Paul Krugman usa la baby sitter come esempio per illustrare cosa succede all'economia durante una recessione.

      MasterClass

      Consigliato per te

      Lezioni online tenute dalle più grandi menti del mondo. Amplia le tue conoscenze in queste categorie.

      Paul Krugman

      Insegna Economia e Società

      Scopri di più Diane von Furstenberg

      Insegna a costruire un marchio di moda

      Scopri di più Bob Woodward

      Insegna giornalismo investigativo

      Scopri di più Marc Jacobs

      Insegna Fashion Design

      come scrivere un libro di cucina
      Per saperne di più

      La curva dei rendimenti come indicatore di recessione

      Pensa come un professionista

      L'economista premio Nobel Paul Krugman ti insegna le teorie economiche che guidano la storia, la politica e aiutano a spiegare il mondo che ti circonda.

      Visualizza classe

      La curva dei rendimenti è un altro indicatore di recessione, utilizzato dal NBER per prevedere o dichiarare una recessione.

      Una curva dei rendimenti è una linea su un grafico che tiene traccia dei tassi di interesse delle obbligazioni che sono uguali nel credito, ma hanno tempi di maturazione diversi. Una curva dei rendimenti comune esamina il debito del Tesoro statunitense a tre mesi, due anni, cinque anni, dieci anni e 30 anni di riferimento.

      come si diventa astronauti?

      Esistono tre diversi tipi, o forme, di una curva dei rendimenti che indicano diverse fasi di espansione e contrazione economica:

      1. Normale . Una curva dei rendimenti normale significa che le obbligazioni a lungo termine hanno un rendimento maggiore rispetto alle obbligazioni a breve termine. Questo è un comportamento previsto e generalmente indica un'economia sana e un tasso di crescita economica positivo.
      2. Piatto . Una curva dei rendimenti piatta significa che le obbligazioni a lungo termine stanno iniziando ad avere rendimenti all'incirca uguali a quelli dei rendimenti a breve termine. Ciò significa che l'economia è in transizione o si avvicina a una recessione, poiché gli investitori stanno bloccando i tassi obbligazionari a più lungo termine prima che diminuiscano ulteriormente.
      3. Invertito . Una curva dei rendimenti invertita è quella in cui le obbligazioni a lungo termine hanno un rendimento inferiore rispetto alle obbligazioni a breve termine. Questo è un indicatore di una recessione, poiché suggerisce che i tassi di interesse stanno scendendo o continueranno a scendere.
      Illustrazione della curva di rendimento in pesca

      In che modo le banche contribuiscono alla recessione?

      La fiducia dei consumatori è fondamentale per mantenere le banche ei loro processi in equilibrio. Dopo il crollo del mercato azionario di Wall Street nel 1929, il panico si diffuse e i consumatori iniziarono a prelevare denaro dalle banche, peggiorando ulteriormente la situazione (che ora sappiamo ha portato alla Grande Depressione).

      Come funzionano le banche?

      Le banche prendono depositi dai loro clienti e prestano quei depositi ai mutuatari. Le banche promettono ai depositanti che possono riavere i loro soldi quando vogliono e, allo stesso tempo, promettono ai mutuatari che devono solo rimborsare il loro prestito lentamente e secondo un programma fisso. Questo sistema offre sia ai depositanti che ai mutuatari il senso di certezza di cui hanno bisogno per pianificare la propria vita. Ma per fare questo la banca, deve assorbire e quindi gestire un tipo di rischio ben preciso: il rischio di una corsa.

      immagine ravvicinata di Benjamin Franklin su una banconota da un dollaro

      Che cos'è una corsa bancaria?

      Scelto dalla redazione

      L'economista premio Nobel Paul Krugman ti insegna le teorie economiche che guidano la storia, la politica e aiutano a spiegare il mondo che ti circonda.

      Se tutti i depositanti di una banca decidessero di ritirare il proprio denaro lo stesso giorno, la banca non sarebbe in grado di onorare tutte o anche la maggior parte delle richieste. Normalmente, ovviamente, questo sarebbe estremamente improbabile. Tuttavia, può essere il risultato di una profezia che si autoavvera nota come corsa agli sportelli.

      Supponiamo che, a torto oa ragione, i depositanti temono che la banca abbia fatto prestiti inesigibili e presto non avrà abbastanza soldi per onorare i suoi depositi. I depositanti si affrettano a prelevare i loro risparmi prima che la banca finisca i soldi. Altri depositanti vedono che ciò sta accadendo e si affrettano a unirsi alla prima ondata di depositanti. Presto, ogni depositante chiederà indietro i propri soldi e la banca non è in grado di onorare tutti i prelievi. Se si verifica una corsa agli sportelli in una banca, può spaventare i clienti di un'altra banca, causando una corsa agli sportelli anche lì. Questo può presto portare a una cascata di fallimenti bancari.

      Ondate di fallimenti bancari si sono verificati durante la Grande Depressione. Dopo la Depressione, il governo ha fondato la FDIC per assicurare i depositi e ha richiesto alle banche di seguire rigorose linee guida di sicurezza. Lentamente, tuttavia, sono apparse nuove istituzioni finanziarie che non erano ufficialmente banche, ma che comunque hanno fatto i loro soldi assumendosi rischi simili a quelli delle banche. Queste istituzioni hanno creato un sistema bancario ombra e nel 2008 hanno gestito quasi dieci volte più denaro rispetto al normale sistema bancario.

      Cosa sono le bolle di risorse?

      Le corse agli sportelli sono spesso associate a bolle patrimoniali.

      Il valore fondamentale di un bene è il rendimento (o profitto) che un investitore crede di ricevere se acquistasse un bene e lo vendesse in un secondo momento. Per gli immobili, il valore fondamentale si basa sull'affitto che la proprietà guadagnerà nel corso della sua vita. Per le azioni, il valore fondamentale si basa sui profitti che l'azienda guadagnerà. Le bolle patrimoniali si verificano quando gli investitori sono disposti a pagare molto più di una stima ragionevole del valore fondamentale, nella speranza che saranno in grado di vendere l'attività in seguito ad altri investitori per ancora più soldi.

      Dopo un po', il flusso di nuovi investitori in queste attività rallenta. Poiché trovare nuovi investitori diventa più difficile, i vecchi investitori si fanno prendere dal panico e vendono i loro asset tutti in una volta. Questo è talvolta chiamato un momento di Wile E. Coyote, dal famoso personaggio dei cartoni animati che correva da una scogliera ma iniziava a cadere solo quando si accorgeva che il terreno non era più sotto di lui. Allo stesso modo, il prezzo di un'attività in una bolla continua a salire al di sopra del suo valore fondamentale finché gli investitori non si accorgono che stanno esaurendo i nuovi investitori a cui vendere.

      Come si risolve una recessione?

      Nella maggior parte dei casi, i governi possono mitigare e invertire le recessioni stampando più denaro, quindi prestandolo efficacemente a bassi tassi di interesse. Questi tassi di interesse più bassi rendono più facile per le famiglie e le imprese prendere in prestito denaro dalle banche. A loro volta, i prestiti aggiuntivi delle banche sono in grado di iniettare più denaro nell'economia, consentendole così di riprendersi dalla recessione.

      Qual è il limite inferiore dello zero?

      Le strategie di lotta alla recessione di cui sopra affrontano un'importante limitazione: il limite inferiore dello zero.

      • Quando i tassi di interesse si avvicinano allo zero, gli aumenti nell'offerta di valuta non hanno alcun effetto. Le famiglie e le imprese non hanno più un maggiore incentivo a contrarre prestiti, il che significa che il denaro extra che è stato stampato rimane nelle banche senza essere speso.
      • Se l'economia raggiunge il limite inferiore zero durante una recessione, si dice che sia in una trappola di liquidità.
      • La Federal Reserve (la banca centrale degli Stati Uniti) vorrebbe aumentare l'attività economica per portare l'economia fuori dalla recessione, ma non è in grado di farlo perché il suo strumento principale, la liquidità (cioè stampare più denaro), non è più efficace .

      Per saperne di più sull'inflazione e sul modello IS-LM, che delinea quando si verifica una trappola di liquidità.

      La crisi economica e la grande recessione del 2008

      Nel 2008, gli Stati Uniti sono entrati nella peggiore recessione degli ultimi 75 anni, seguita presto dal resto del mondo. Molti altri economisti si erano accontentati della possibilità non solo di recessioni da giardino, ma anche del tipo di recessioni maggiori causate dalle crisi bancarie.

      Come è iniziata la grande recessione del 2008?

      La crisi finanziaria dei subprime nel 2008 ha combinato elementi di una bolla patrimoniale con una corsa agli sportelli. Il sistema bancario ombra ha preso prestiti da mutuatari subprime, quindi ha unito migliaia di quei prestiti in un unico pool. Finché tutti i mutuatari non fossero inadempienti in una volta, il pool avrebbe raccolto un numero prevedibile di pagamenti ogni mese. Quando la bolla immobiliare è scoppiata, tuttavia, molti dei mutuatari subprime sono andati in default tutti in una volta e i pagamenti ai pool sono stati interrotti. Senza quel reddito, le banche ombra come Accredited Home Loans o Freedom Mortgage Company non potrebbero onorare i loro obblighi.

      Le banche ombra fornivano gran parte del credito dell'economia. Quando sono andati giù, quel credito è stato tagliato. Ciò ha causato un calo della spesa nell'economia, che ha portato a un calo dei prezzi non solo del mercato immobiliare, ma anche degli immobili commerciali, delle automobili e di altri beni. Questi cali dei prezzi hanno reso ancora più difficile per i mutuatari ottenere o rimborsare prestiti, il che ha portato a ulteriori diminuzioni della spesa e dei prezzi.

      Gli economisti si riferiscono a questo tipo di crisi come deflazione del debito, ed è troppo grande anche perché la Fed si fermi. A causa di questo effetto valanga, la disoccupazione è salita dal 4,5% a circa il 10%. Un tasso di disoccupazione del 10% significava che circa 15 milioni di americani che volevano trovare un lavoro non potevano. Ora indicata come la Grande Recessione, questa è stata la peggiore crisi economica dalla Grande Depressione. Le vendite al dettaglio e la produzione industriale hanno rallentato e milioni di lavoratori manifatturieri hanno perso il lavoro, anche se non a causa di ciò che hanno fatto i lavoratori oi loro datori di lavoro.

      La crisi del 2008 ha avuto un impatto negativo su milioni di persone. La massiccia perdita di posti di lavoro e il potenziale sfregio di interi percorsi di carriera significa che una recessione è più di un semplice concetto economico astratto. Le recessioni hanno un impatto enorme su coloro che le vivono.

      di cosa è fatto un molcajete?

      Come è stata risolta la grande recessione del 2008?

      Quando è iniziata la Grande Recessione negli Stati Uniti, Ben Bernanke, il presidente della Federal Reserve, era consapevole che c'era solo una piccola possibilità che sarebbe stato in grado di dare una svolta all'economia degli Stati Uniti prima che colpisse la trappola della liquidità. Bernanke ha risposto stampando denaro in modo aggressivo. Gli economisti e altri commentatori che non avevano familiarità con l'esperienza del Giappone si spaventarono che avrebbe causato un'inflazione estrema. Tuttavia, la maggior parte del denaro si trovava nelle banche e non circolava nell'economia in generale.

      • Nonostante l'enorme aumento dell'offerta di moneta, i prezzi sono aumentati solo leggermente. Gli sforzi di Bernanke avevano contribuito a rallentare il collasso economico, ma lo shock che il sistema finanziario ha vissuto è stato troppo grande per essere superato del tutto. Gli Stati Uniti si sono trovati in una trappola della liquidità, il che significava che gli strumenti di politica monetaria della Fed erano inutili.
      • Per affrontare questo problema, nel 2009 il presidente Obama ha adottato una politica fiscale nota come American Recovery and Reinvestment Act. Questo piano di stimolo conteneva circa $ 288 miliardi di tagli fiscali e $ 499 miliardi di spese. Quel piano, combinato con gli sforzi di Bernanke, impedì agli Stati Uniti di ripetere la Grande Depressione. Sebbene non fosse abbastanza forte da evitare completamente la trappola della liquidità, è stato in grado di alterare la traiettoria dell'economia.
      • Quando la Grande Recessione iniziò per la prima volta nel 2007, stava seguendo quasi esattamente la stessa traccia della Grande Depressione. Tuttavia, all'inizio del 2010, la discesa si è stabilizzata. Il tasso di disoccupazione ha raggiunto il picco del 10 percento nell'ottobre del 2009 e si è aggirato intorno al 9,9 percento fino all'aprile del 2010, quando è sceso al 9,6 percento. Da lì è iniziata una tendenza al ribasso che finora è durata fino all'estate del 2018.
      • La recessione è stata difficile, ma per gli Stati Uniti non si è avvicinata agli abissi verificatisi durante la Grande Depressione.

      Vuoi saperne di più sull'economia?

      Imparare a pensare come un economista richiede tempo e pratica. Per il premio Nobel Paul Krugman, l'economia non è un insieme di risposte, è un modo di comprendere il mondo. Nella MasterClass su economia e società di Paul Krugman, parla dei principi che modellano le questioni politiche e sociali, incluso l'accesso all'assistenza sanitaria, il dibattito fiscale, la globalizzazione e la polarizzazione politica.

      Vuoi saperne di più sull'economia? L'abbonamento annuale alla MasterClass offre lezioni video esclusive di esperti economisti e strateghi, come Paul Krugman.