Principale Scrittura Scrivere 101: come scrivere un prologo

Scrivere 101: come scrivere un prologo

Proprio come un antipasto prepara i commensali del ristorante per un pasto e offre un assaggio dello stile dello chef, un prologo è un dispositivo letterario che suscita l'interesse del lettore e fornisce un suggerimento su ciò che verrà.

Vai alla sezione


Dan Brown insegna i thriller di scrittura Dan Brown insegna i thriller di scrittura

Nella sua prima lezione online, l'autore di best seller Dan Brown ti insegna passo dopo passo il suo processo per trasformare le idee in romanzi che fanno girare le pagine.



Per saperne di più

Che cos'è un prologo?

Un prologo è un testo che si trova all'inizio di un'opera letteraria, prima del primo capitolo e separato dalla storia principale. La definizione di prologo introduce informazioni importanti, come dettagli sullo sfondo o personaggi, che hanno qualche connessione con la storia principale, ma la cui rilevanza non è immediatamente ovvia.

Corrispondendo alla definizione di prologo, la parola deriva dal greco prologos, che significa prima della parola. Gli antichi greci usavano spesso il prologo nelle opere teatrali drammatiche, dove funzionava più come un primo atto di un'opera teatrale.

Qual è la storia del prologo in letteratura?

L'invenzione del prologo è attribuita a Euripide, un influente drammaturgo e poeta greco che ha prodotto prevalentemente tragedie sul lato oscuro della natura umana. Le trame di Euripide erano spesso caratterizzate da passione e vendetta.



Per un buon esempio di come Euripide usa questo dispositivo letterario, si consideri il prologo di una delle sue opere più famose, Medea. Nella commedia, una donna si vendica del marito infedele uccidendo lui, il suo amante e i suoi stessi figli. Ma prima di passare all'azione, una vecchia infermiera entra sul palco e racconta al pubblico alcuni dei fatti finora:

  • Medea e suo marito, Jason, hanno problemi coniugali
  • Jason è scappato con qualcun altro
  • Medea è stata colpita dal dolore e ha persino iniziato a disprezzare i propri figli da Giasone

L'infermiera conclude il suo discorso dicendo che l'intera famiglia sembra essere condannata.

Dan Brown insegna a scrivere thriller James Patterson insegna a scrivere Aaron Sorkin insegna a scrivere sceneggiature Shonda Rhimes insegna a scrivere per la televisione

Qual è lo scopo del prologo in letteratura?

I prologhi hanno un ruolo fondamentale nella scrittura di narrativa, così come nella sceneggiatura. Nella letteratura moderna, Geoffrey Chaucer ha iniziato la tradizione di usare un prologo con il suo i racconti di Canterbury , una raccolta di 24 racconti scritti dal 1387-1400. Chaucer ha usato il suo prologo come una sorta di tabella di marcia per l'intera opera, che racconta la storia di un gruppo di pellegrini in viaggio verso Canterbury.



come scrivere una trama per un libro

Un buon prologo svolge una delle tante funzioni in una storia:

  • Preannunciare gli eventi a venire
  • Fornire informazioni di base o retroscena sul conflitto centrale
  • Stabilire un punto di vista (quello del personaggio principale o quello di un altro personaggio che è al corrente della storia)
  • Impostare il tono per il resto del romanzo o della commedia

Qual è la differenza tra un prologo e una prefazione, prefazione o introduzione?

Sebbene le prefazioni, le prefazioni e le introduzioni svolgano una funzione simile nel fornire un contesto aggiuntivo per il contenuto a venire, presentano alcune differenze chiave rispetto a un prologo.

  • PER prefazione è scritto dal punto di vista dell'autore, non di un personaggio o di un narratore. Spiega le origini, lo sviluppo, l'eredità o gli obiettivi del libro e spesso riconosce altri che hanno contribuito. Le prefazioni sono utilizzate principalmente nei libri di saggistica, ma possono essere utilizzate anche nella narrativa.
  • PER prefazione è scritto da un critico, esperto in materia o altro personaggio pubblico che non è l'autore. Una prefazione in genere introduce i lettori al libro collegando i suoi contenuti o temi alla loro esperienza. Le prefazioni sono usate sia nella narrativa che nella saggistica.
  • Un introduzione è scritto dal punto di vista dell'autore e offre informazioni aggiuntive per aiutare il lettore a comprendere l'argomento del libro, compreso il contesto storico. Le prefazioni sono utilizzate principalmente nei libri di saggistica.

Sebbene possa adottare una delle forme sopra (come vedremo di seguito), un prologo è sempre un'opera di finzione.

MasterClass

Consigliato per te

Lezioni online tenute dalle più grandi menti del mondo. Amplia le tue conoscenze in queste categorie.

qual è l'incidente scatenante di una storia?
e marrone

Insegna a scrivere thriller

Scopri di più James Patterson

Insegna a scrivere

Scopri di più Aaron Sorkin

Insegna sceneggiatura

Scopri di più Shonda Rhimes

Insegna a scrivere per la televisione

Per saperne di più

3 famosi esempi di prologhi in letteratura

Pensa come un professionista

Nella sua prima lezione online, l'autore di best seller Dan Brown ti insegna passo dopo passo il suo processo per trasformare le idee in romanzi che fanno girare le pagine.

Visualizza classe

Per illustrare come un prologo può valorizzare un'opera letteraria, ecco tre esempi ben noti di romanzi e opere teatrali con prologhi.

Romeo e Giulietta, William Shakespeare (1591-1595)

Uno dei prologhi letterari più famosi di tutti i tempi, questo prologo assume la forma di un sonetto che introduce i lettori all'ambientazione e ai personaggi dell'opera, nonché alla terribile situazione in cui si trovano i due sfortunati amanti. Il prologo inizia così:

Due famiglie, ambedue egualmente dignitose, Nella bella Verona, dove poniamo la nostra scena, Dall'antico rancore si spezza a nuovo ammutinamento, Dove il sangue civile rende impure le mani civili.

Shakespeare non si tira indietro sugli spoiler: il sonetto rivela anche il tragico epilogo dell'opera.

Lolita, Vladimir Nabokov (1955)

Il prologo di Nabokov è progettato per aumentare la controversia sul suo argomento. Prende la forma di una prefazione fittizia di un accademico, che presumibilmente ha scoperto il libro e avverte i lettori del suo argomento prima del primo capitolo. Questi non sono solo personaggi vividi in una storia unica: ci avvertono di tendenze pericolose; indicano potenti mali, si legge. 'Lolita' dovrebbe far sì che tutti noi - genitori, assistenti sociali, educatori - ci applichiamo con vigilanza e visione ancora maggiori al compito di allevare una generazione migliore in un mondo più sicuro.

Naturalmente, tale consiglio, per quanto fittizio possa essere, serve solo ad approfondire l'anticipazione del lettore dei mali a venire.

Jurassic Park, Michael Crichton (1990)

cosa uso per contornare il viso?

Crichton offre in realtà due prologhi, ognuno dei quali mostra uno stile diverso. Il primo si legge come un documento legale, che delinea la gravità di un incidente e gli eventi notevoli che ne sono seguiti. Il secondo prologo è più letterario: una breve scena, separata dalla storia principale, in cui un uomo viene curato per un infortunio da un medico in un remoto villaggio del Costa Rica. Il medico osserva che l'uomo sembra essere stato sbranato da un animale. Mentre lo cura, l'uomo si sveglia e dice una parola: Raptor.

Come scrivere un prologo in 3 semplici passaggi

Scelto dalla redazione

Nella sua prima lezione online, l'autore di best seller Dan Brown ti insegna passo dopo passo il suo processo per trasformare le idee in romanzi che fanno girare le pagine.

Interessato ad aggiungere un prologo al tuo libro o spettacolo? Ecco alcuni suggerimenti per scrivere un grande prologo.

  1. Introduci i personaggi principali . Alcuni drammi del ventesimo secolo hanno usato i prologhi con grande efficacia. In Tennessee Williams's Lo zoo di vetro (1944), il prologo introduce il pubblico al narratore della commedia, Tom Wingfield, che spiega che ciò che il pubblico sta per vedere è tratto dai suoi stessi ricordi. Tom dice al pubblico: io sono il narratore della commedia, e anche un personaggio in essa. Gli altri personaggi sono mia madre Amanda, mia sorella Laura e un gentleman caller che compare nelle scene finali.
  2. Lasciare suggerimenti . La narrativa poliziesca e i thriller spesso fanno uso di prologhi per suggerire personaggi, luoghi e il mistero che verrà. A volte, un prologo può essere posto a secoli o miglia di distanza dal libro e apparire del tutto estraneo; tuttavia, si ricollega in qualche modo alla trama principale più avanti nel romanzo.
  3. Aggiungi solo dettagli rilevanti . Un prologo non dovrebbe essere una discarica di informazioni: un buon prologo migliora la tua storia, piuttosto che spiegarla. Il modo migliore per decidere cosa includere in un prologo è chiedersi: cosa deve assolutamente sapere il lettore prima di iniziare a leggere la storia principale?

Vuoi diventare uno scrittore migliore?

Che tu stia scrivendo come esercizio artistico o cercando di attirare l'attenzione delle case editrici, imparare a creare un buon mistero richiede tempo e pazienza. Maestro della suspense e autore di bestseller di Il codice da Vinci , Dan Brown ha passato decenni ad affinare il suo mestiere. Nella MasterClass di Dan Brown sull'arte del thriller, svela il suo processo passo passo per trasformare le idee in narrazioni avvincenti e rivela i suoi metodi per fare ricerche come un professionista, creare personaggi e mantenere la suspense fino a un drammatico finale a sorpresa .

Vuoi diventare uno scrittore migliore? L'abbonamento annuale alla MasterClass offre lezioni video esclusive su trama, sviluppo del personaggio, creazione di suspense e altro ancora, tutte insegnate da maestri letterari, tra cui Dan Brown, R.L. Stine, Neil Gaiman, Margaret Atwood, Joyce Carol Oates e altri.