Principale Scrittura Poesia 101: quali sono le caratteristiche che definiscono una poesia lirica? Definizione di poesia lirica con esempi

Poesia 101: quali sono le caratteristiche che definiscono una poesia lirica? Definizione di poesia lirica con esempi

La poesia lirica è una categoria di poesia, che comprende molti sottogeneri, stili, culture ed epoche diverse. I tratti distintivi di una poesia lirica sono una qualità simile a una canzone e un'esplorazione di emozioni e sentimenti personali.

Vai alla sezione


Billy Collins insegna a leggere e scrivere poesie Billy Collins insegna a leggere e scrivere poesie

Nella sua prima lezione online, l'ex poeta laureato statunitense Billy Collins ti insegna come trovare gioia, umorismo e umanità nella lettura e nella scrittura di poesie.



Per saperne di più

Che cos'è una poesia lirica?

Un poema lirico è un breve poema emotivamente espressivo con una qualità simile a una canzone che viene narrato in prima persona. A differenza della poesia narrativa, che racconta eventi e racconta una storia, la poesia lirica esplora le emozioni di chi parla. La poesia lirica ha origine nell'antica letteratura greca ed era originariamente destinata ad essere messa in musica, accompagnata da uno strumento musicale chiamato lira, che ricorda una piccola arpa. La poesia lirica segue tradizionalmente rigide regole formali, ma poiché ci sono stati molti diversi tipi di poesia lirica nel corso dei secoli, ora ci sono varie forme diverse di poesia lirica.

Quali sono le origini della poesia lirica?

L'antico filosofo greco Aristotele ha creato tre distinzioni di poesia: lirica, drammatica ed epica. Il poema lirico, nell'antica Grecia, era specificamente pensato per essere accompagnato dalla musica di una lira. Il poeta greco Pindaro fu uno dei primi poeti lirici famosi. Quando i romani tradussero la poesia lirica in latino nel periodo classico, e le poesie cominciarono a essere recitate e non cantate, il metro e la struttura delle poesie rimasero. In Europa, durante il Rinascimento, i poeti crearono poesia lirica con l'influenza dell'antica Grecia, Persia e Cina.

Nel XVI secolo, William Shakespeare rese popolare la poesia lirica in Inghilterra. Rimase dominante nel diciassettesimo secolo grazie a poeti come Robert Herrick, e più tardi, nel diciannovesimo secolo, attraverso l'opera di poeti tra cui Percy Bysshe Shelley, John Keats e più tardi nel secolo Alfred Lord Tennyson.



La poesia lirica iniziò a passare di moda solo con l'arrivo di poeti modernisti come Ezra Pound, T.S. Eliot e William Carlos Williams, che ne mettevano in dubbio l'importanza e si ribellavano ai suoi vincoli.

Billy Collins insegna a leggere e scrivere poesie James Patterson insegna a scrivere Aaron Sorkin insegna a scrivere sceneggiature Shonda Rhimes insegna a scrivere per la televisione

Quali sono i metri comuni utilizzati nella poesia lirica?

La poesia lirica segue una struttura formale che detta uno schema di rime, un metro e una forma in versi, ma c'è molta varietà nei tipi di metri che i poeti scelgono di seguire. I metri più comuni utilizzati nella poesia lirica includono:

  • metro giambico . In poesia, uno giambo è un piede di due sillabe con l'accento sulla seconda sillaba. Il pentametro giambico, di gran lunga la forma lirica più comune nella poesia lirica inglese, è un metro in cui ogni riga ha cinque giambi. Pensa al ritmo come a un battito cardiaco: da-DUM, da-DUM, da-DUM, da-DUM, da-DUM. Ad esempio, prendi questo verso di Shakespeare Romeo e Giulietta :

Ma morbido! Quale luce filtra da quella finestra?



differenza tra diritto e teoria nella scienza
  • metro trocaico . Il metro trocaico è l'inverso del metro giambico. Ogni piede trocaico, o trocheo, è costituito da una sillaba lunga e accentata seguita da una sillaba corta e non accentata: DUM-da. Nel tetrametro trocaico, ogni linea ha quattro piedi trocaici: DUM-da, DUM-da, DUM-da, DUM-da. Ad esempio, prendi questo passaggio pronunciato da Oberson in Shakespeare's Sogno di una notte di mezza estate :

Fiore di questo colorante viola,
Colpito con il tiro con l'arco di Cupido,
Affondare nella pupilla dei suoi occhi.
Quando il suo amore spia,
Lasciala risplendere altrettanto gloriosamente
Come la Venere del cielo.
Quando ti svegli, se lei è vicina,
Pregala di rimediare.

  • Misuratore di fisiogeno . Questo metro è composto da due sillabe non accentate, noto anche come dibrach. Il metro Phyrric non è sufficiente da solo per costruire un intero poema, ma appare quando il ritmo di un verso ha due sillabe brevi seguite da sillabe più lunghe e accentate. È annotato come da-dum. Non tutti i poeti sono d'accordo con la classificazione di un metro di Pirro. Edgar Allen Poe, ad esempio, ha negato l'esistenza del metro pirro, dicendo che Il pirro è giustamente respinto. La sua esistenza nel ritmo antico o moderno è puramente chimerica... Tuttavia, il poeta Alfred Lord Tennyson usava frequentemente il metro di Pirro. Ad esempio, in questo verso della sua poesia in ricordo , nota come le parole quando la e e la sono due sillabe morbide e non accentate:

Quando il sangue si insinua e i nervi pungono.

  • Misuratore anapestico . Un anapest è composto da due sillabe corte e non accentate seguite da una sillaba lunga e accentata: da-da-DUM. Poiché questa struttura si presta al verso musicale con una cadenza ondulata, gli esempi abbondano nel corso della storia. Shakespeare, nelle sue commedie successive, iniziò a sostituire gli anapest nel pentametro giambico, rompendo dalla rigida struttura dei cinque giambi e inserendo occasionalmente una sillaba in più. Il metro anapestico si ritrova anche nella poesia lirica dell'Ottocento e del Novecento e nella poesia comica. Il lymeric, ad esempio, viene creato utilizzando gli anapest. Gran parte della poesia del Dr. Seuss utilizza il metro anapestico. La poesia classica A Visit From St. Nicholas di Clement Clarke Moore è un ottimo esempio di questo tipo di versi:

Era la notte prima di Natale e per tutta la casa, non una creatura si muoveva, nemmeno un topo.

  • Dattilico metro . Un dattilo è una sillaba lunga e accentata seguita da due sillabe corte e non accentate: DUM-da-da. È l'inverso di un anapest. Ad esempio, i primi due versi della poesia di Robert Browning The Lost Leader mostrano il metro dattilico in azione. Browning inizia ogni riga con tre dattili:

Solo per una manciata d'argento ci ha lasciato Solo per un nastro da infilare nel cappotto.

  • Spondee meter . Uno spondeo, o piede spondaico, è costituito da due lunghe sillabe accentate. Il metro spondaico può essere intervallato da altri tipi di versi per creare variazioni nella poesia lirica. Ad esempio, in Shakespeare Troilo e Cressida , questa linea inizia con due sponde, e poi tre giambi:

Piangi piangi! Troy brucia, oppure lascia andare Helen.

MasterClass

Consigliato per te

Lezioni online tenute dalle più grandi menti del mondo. Amplia le tue conoscenze in queste categorie.

Billy Collins

Insegna a leggere e scrivere poesie

Scopri di più James Patterson

Insegna a scrivere

Scopri di più Aaron Sorkin

Insegna sceneggiatura

Scopri di più Shonda Rhimes

Insegna a scrivere per la televisione

Per saperne di più

2 esempi di poesia lirica

Pensa come un professionista

Nella sua prima lezione online, l'ex poeta laureato statunitense Billy Collins ti insegna come trovare gioia, umorismo e umanità nella lettura e nella scrittura di poesie.

Visualizza classe

La poesia lirica comprende molte forme e stili diversi. Ecco due esempi di poesia lirica che mostrano la varietà della forma.

posso usare il latticello al posto del latte?

di Elizabeth Barrett Browning Sonetto 43 è un'espressione dell'amore dell'oratore per il suo futuro marito. A parte un poema narrativo, il poema non ha personaggi o trama. Invece, è una dimostrazione di emozioni in prima persona. Segue la forma di un sonetto italiano - con lo schema di rime ABBAABBACDCDCD - e non c'è rima di chiusura distico .

Come ti amo? Lasciatemi contare i modi. Ti amo fino alla profondità, alla larghezza e all'altezza che la mia anima può raggiungere, quando si sente fuori dalla vista Per i fini dell'essere e della grazia ideale. Ti amo al livello del bisogno più tranquillo di ogni giorno, al sole e al lume di candela. Ti amo liberamente, come gli uomini lottano per il bene. Ti amo puramente, mentre si allontanano dalla lode. Ti amo con la passione usata nei miei vecchi dolori, e con la fede della mia infanzia. Ti amo con un amore che mi sembrava di perdere Con i miei santi perduti. Ti amo con il respiro, i sorrisi, le lacrime, di tutta la mia vita; e, se Dio sceglie, io ti amerò meglio dopo la morte.

La famosa poesia di Emily Dickinson, Perché non potevo fermarmi per la morte, pubblicata postuma nel 1890, è un altro grande esempio di poesia lirica. Usa il metro giambico in tutto e riflette sulla mortalità in prima persona:

Perché non potevo fermarmi per la Morte - Si è gentilmente fermato per me - Il Carro ha tenuto ma solo Noi stessi - E l'Immortalità.

Guidammo lentamente - Non conosceva fretta E io avevo messo da parte la Mia fatica e anche il mio tempo libero, Per la Sua Civiltà -

Abbiamo superato la Scuola, dove i Bambini si sforzavano di Recess - nell'Anello - Abbiamo superato i Campi di Grano Guardando - Abbiamo superato il Tramonto del Sole -

O meglio – Ci passò accanto – La Rugiada trasse fremente e Freddo – Per solo Gossamer, il mio Abito – Il mio Tippet – solo Tulle –

Ci fermammo davanti a una Casa che sembrava Un Rigonfiamento del Terreno – Il Tetto era appena visibile – La Cornice – Nel Terreno –

Da allora - sono Secoli - eppure sembra più breve del Giorno in cui per la prima volta ho supposto che le Teste dei Cavalli Andassero verso l'Eternità -

Scopri di più su come leggere e scrivere poesie con il poeta laureato statunitense Billy Collins qui.

quanto costa un bicchiere di vino standard?