Principale Musica Musica 101: cos'è il tempo? Come viene utilizzato il tempo nella musica?

Musica 101: cos'è il tempo? Come viene utilizzato il tempo nella musica?

Quando Adele ha deciso di fare una cover della hit Lovesong dei Cure del 1989, ha trovato un modo per farla sua: rallentarla. Quando Earl Hines adattò lo standard di Fats Waller Honeysuckle Rose, fece quello che fanno molti musicisti jazz: lo accelerò. Entrambi questi artisti si sono impossessati delle rispettive cover con una tecnica ben precisa: hanno cambiato il tempo.

Vai alla sezione


Hans Zimmer insegna la colonna sonora per i film Hans Zimmer insegna la colonna sonora per i film

Dalla collaborazione alla colonna sonora, Hans Zimmer ti insegna come raccontare una storia con la musica in 31 video lezioni esclusive.



Per saperne di più

Che cos'è il tempo?

Il tempo è la velocità con cui viene riprodotto un brano musicale. Ci sono tre modi principali in cui il tempo viene comunicato ai musicisti: BPM, terminologia italiana e linguaggio moderno.

Che cosa sono i battiti al minuto (BPM)?

Questo metodo implica l'assegnazione di un valore numerico a un tempo. Battiti al minuto (o BPM) è autoesplicativo: indica il numero di battiti in un minuto. Ad esempio, un tempo annotato come 60 BPM significherebbe che un battito suona esattamente una volta al secondo. Un tempo di 120 BPM sarebbe due volte più veloce, con due battiti al secondo.

quali dei seguenti sono esempi del livello sociale nella gerarchia dei bisogni di maslow?

In termini di notazione musicale, un battito corrisponde quasi sempre a quello del pezzo indicazione di tempo .



  • In un tempo in chiave con un 4 in basso (come 2/4, 3/4, 4/4, 5/4, ecc.), una battuta corrisponderà alle semiminime. Quindi in un tempo 4/4, ogni quattro battute ti porterà attraverso una misura intera. In 5/4, ogni cinque battute ti porterà attraverso una misura.
  • In un tempo in chiave con un 8 in basso (come 3/8, 6/8 o 9/8), una battuta di tempo corrisponde tipicamente a una croma.
  • A volte i battiti del tempo corrispondono ad altre durate. Ad esempio, se vuoi contare su una misura di 12/8, puoi scegliere un tempo che rappresenta crome (dove 12 battute di tempo ti portano attraverso una misura) o un tempo che rappresenta crome puntate (dove 4 tempo i battiti ti porterebbero attraverso la misura).

BPM è il modo più preciso per indicare un tempo veloce o un tempo lento. Viene utilizzato in applicazioni in cui le durate musicali devono essere completamente precise, come le colonne sonore di film. Viene anche utilizzato per impostare i metronomi utilizzati nelle registrazioni professionali di altissimo livello. In effetti, alcune persone usano il termine marcatura del metronomo per descrivere i battiti al minuto.

Hans Zimmer insegna colonne sonore per film Usher insegna l'arte della performance Christina Aguilera insegna canto Reba McEntire insegna musica country

Che cos'è la terminologia musicale italiana?

Da secoli l'italiano è la lingua della musica. Su uno spartito musicale, in particolare nella musica classica, i musicisti ricevono istruzioni in italiano. Quando si tratta di tempo, alcune parole italiane trasmettono il cambiamento di tempo attraverso informazioni specifiche sulla velocità della musica.

quanto costa un ml di liquido

Alcuni tempi italiani sono usati più di altri (particolarmente popolari sono lungo , a piedi , allegro , e presto ), ma i musicisti classici hanno in genere familiarità con almeno una dozzina di indicazioni di tempo italiane. (Si noti che gli spartiti musicali antichi e i testi liturgici possono includere anche istruzioni di tempo in latino.)



Che cos'è il linguaggio musicale casuale?

I musicisti jazz e rock tendono a non utilizzare il lessico del tempo italiano. Piuttosto, usano termini dall'inglese casuale, come veloce, lento, pigro, rilassato e moderato. In questi ensemble, un batterista può stabilire il tempo facendo clic sui suoi bastoncini, oppure un membro della band può suonare un'introduzione solista che stabilisce un tempo per gli altri giocatori.

Quali sono i segni di base del tempo?

La terminologia musicale italiana fa uso regolare dei seguenti segni di tempo:

  • Larghissimo—molto, molto lento, quasi un ronzio (20 BPM e meno)
  • Grave—lento e solenne (20–40 BPM)
  • Lento — lentamente (40–60 BPM)
  • Largo—il tempo lento più comunemente indicato (40–60 BPM)
  • Larghetto—piuttosto ampio e ancora piuttosto lento (60-66 BPM)
  • Adagio: un altro popolare tempo lento, che significa 'a proprio agio' (66-76 BPM)
  • Adagietto—piuttosto lento (70–80 BPM)
  • Andante moderato—un po' più lento di andante
  • Andante: un tempo popolare che si traduce a passo d'uomo (76-108 BPM)
  • Andantino—leggermente più veloce di andante
  • Moderato—moderately (108–120 BPM)
  • Allegretto: moderatamente veloce (ma meno dell'allegro)
  • Allegro moderato—moderately quick (112–124 BPM)
  • Allegro: forse la marcatura del tempo più utilizzata (120-168 BPM, che include lo sweet spot del tempo del battito cardiaco)
  • Vivace: vivace e veloce (tipicamente intorno a 168-176 BPM)
  • Vivacissimo—molto veloce e vivace, anche più veloce di vivace
  • Allegrissimo—molto veloce
  • Presto: il modo più popolare per scrivere molto velocemente e un tempo comune nei movimenti veloci delle sinfonie (varia da 168 a 200 BPM)
  • Prestissimo—estremamente veloce (più di 200 BPM)

MasterClass

Consigliato per te

Lezioni online tenute dalle più grandi menti del mondo. Amplia le tue conoscenze in queste categorie.

Hans Zimmer

Insegna colonne sonore

Scopri di più

Insegna l'arte della performance

ottenere un romanzo pubblicato per la prima volta
Scopri di più Christina Aguilera

Insegna a cantare

Scopri di più Reba McEntire

Insegna musica country

Per saperne di più

Come viene utilizzato il tempo nella musica?

Il tempo è un elemento chiave di una performance musicale. All'interno di un brano musicale, il tempo può essere importante quanto la melodia, l'armonia, il ritmo, i testi e la dinamica. I direttori d'orchestra usano tempi diversi per aiutare a distinguere l'interpretazione della loro orchestra di un pezzo classico dalle interpretazioni di altri ensemble. Tuttavia, la maggior parte dei compositori, da Mozart a Pierre Boulez, fornisce molte istruzioni di tempo nelle loro partiture musicali. E quando si tratta di sottolineature cinematografiche, determinati tempi sono essenziali quando si impostano determinati stati d'animo.

quanti bicchieri ci sono in una bottiglia di vino

Un tempo particolarmente notevole è il ritmo della frequenza cardiaca, che è una velocità musicale che si allinea approssimativamente con il battito del cuore umano. Sebbene le frequenze cardiache varino da persona a persona, la maggior parte rientra nell'intervallo da 120 a 130 BPM. L'analisi ha mostrato che un numero sproporzionato di singoli di successo è stato scritto all'interno di questo intervallo di tempo.

What Is Tempo Rubato?

Pensa come un professionista

Dalla collaborazione alla colonna sonora, Hans Zimmer ti insegna come raccontare una storia con la musica in 31 video lezioni esclusive.

Visualizza classe

In teoria musicale, il termine italiano rubato dice a un giocatore che non c'è un tempo prestabilito. Il musicista è incoraggiato a impostare il proprio tempo e (in molti casi) a trovare luoghi per variare il tempo, piuttosto che suonare bloccato come una drum machine umana.

Hans Zimmer sul divano

Suggerimento per il tempo di Hans Zimmer: scrivi con un metronomo

Scelto dalla redazione

Dalla collaborazione alla colonna sonora, Hans Zimmer ti insegna come raccontare una storia con la musica in 31 video lezioni esclusive.

Il compositore cinematografico Hans Zimmer, che ha creato musica per oltre 150 film, considera il tempo uno strumento essenziale mentre lavora con le immagini visive. Il suo consiglio principale è quello di utilizzare la tecnologia, sia nuova che vecchia. Ciò include incredibili suite software, ma include anche invenzioni antiche come un metronomo.

Zimmer inizierà a comporre impostando un metronomo. Il clic è costante, affidabile e funge da griglia mentre il compositore traccia il ritmo del dramma. Era solito guardare una scena, quindi spegnere l'immagine per scrivere e riaccenderla per vedere se la sua composizione e la scena corrispondevano. Ora è in grado di identificare i tempi comuni: 80 BPM è un ottimo punto di partenza per il film perché è seducente ma si sincronizza facilmente con scene dal ritmo più veloce. 60 BPM è un po' più lento e suona in qualche modo profondo, mentre 140 BPM è un po' più energico e simile alla danza.

Scopri di più sui tempi musicali e sulla composizione di Hans Zimmer qui.