Principale Scrittura Come scrivere i pensieri dei personaggi: 6 modi per formattare il dialogo interno

Come scrivere i pensieri dei personaggi: 6 modi per formattare il dialogo interno

Nella scrittura di racconti o romanzi, i pensieri interiori del protagonista possono rivelare una visione più profonda di chi sono e cosa li motiva. Se stai scrivendo fiction e vuoi includere i pensieri interni del tuo personaggio, trova un modo per differenziarli dal resto del testo in modo che il lettore sappia che sta leggendo i pensieri di un personaggio. Ci sono diverse tecniche per farlo, che ti permettono di entrare nella mente del tuo personaggio per rivelare il suo dialogo interiore.

come creare il tuo stile
Il nostro più popolare

Impara dai migliori

Con più di 100 classi, puoi acquisire nuove abilità e sbloccare il tuo potenziale. Gordon Ramsaycucinare io Annie LeibovitzFotografia Aaron SorkinSceneggiatura Anna WintourCreatività e leadership deadmau5Produzione di musica elettronica Bobbi BrownTrucco Hans ZimmerColonne sonore Neil GaimanL'arte della narrazione Daniel NegreanuPoker Aaron FranklinBarbecue stile texano Misty CopelandBalletto Tecnico Thomas KellerTecniche di cottura I: verdure, pasta e uovaIniziare

Vai alla sezione


James Patterson insegna a scrivere James Patterson insegna a scrivere

James ti insegna come creare personaggi, scrivere dialoghi e far voltare pagina ai lettori.



Per saperne di più

6 motivi per scrivere pensieri sui personaggi

Una storia potrebbe avere una trama drammatica e dialoghi ricchi, ma rivelare i pensieri e i sentimenti più intimi di un personaggio aggiunge una dimensione extra a una storia. Sapendo cosa sta pensando un personaggio POV, un lettore ha accesso a informazioni che nessun altro personaggio ha. Come scrittore, puoi condividere questi pensieri per:

  1. Per rivelare i veri sentimenti di un personaggio : Un personaggio potrebbe dire una cosa ma pensare un altro. Un lettore deve sapere tutti e due per avere un quadro completo e capire cosa fa battere il protagonista.
  2. Per aiutare lo sviluppo del personaggio : Un autore può usare i pensieri per rivelare retroscena o segreti che nessun altro personaggio conosce. Possono rendere un personaggio più riconoscibile e completo per i lettori.
  3. Per creare l'atmosfera : Un personaggio esprime pensieri allegri e felici sulla propria situazione o ambiente? O quelli oscuri e inquietanti? Gli scrittori possono creare o supportare l'atmosfera di una scena trasmettendo le emozioni interne di un personaggio.
  4. Per aumentare la tensione : Pensa a Il cuore rivelatore di Edgar Allan Poe. La presenza della polizia dopo l'omicidio è inquietante. Ma è il monologo interiore del personaggio principale che guida la suspense e aumenta la tensione in questo racconto, costringendolo alla fine a confessare.
  5. Per rivelare la motivazione : Nella vita reale, le persone spesso tengono strette le proprie intenzioni prima di rivelare i propri piani agli altri. Quando uno scrittore condivide ciò che pensa un personaggio, i lettori possono imparare cosa sta guidando la loro ricerca nella trama.
  6. Per scoprire un conflitto interiore : Quando le persone affrontano un conflitto interno, spesso valutano i pro e i contro nella loro testa prima di decidere quali azioni intraprendere. Uno scrittore può portare i lettori nel mezzo di quella tempesta interna e usarla per uno sviluppo del personaggio più profondo e una maggiore tensione.

6 modi per scrivere i pensieri di un personaggio nella tua storia

Scrivere un dialogo è semplice: le parole pronunciate sono racchiuse tra virgolette e spesso iniziano una nuova riga. Tuttavia, quando si tratta dei pensieri del tuo personaggio, può essere più complicato capire come esprimere ciò che sta pensando. Non esiste uno stile universale per come gestire i pensieri interiori nella scrittura di narrativa . È solo la preferenza di uno scrittore per come vuole evidenziare ciò che sta pensando un personaggio. La prima volta che scrivi pensieri, probabilmente vorrai mantenere lo stesso formato in tutta la storia per coerenza. Ecco sei suggerimenti di scrittura e suggerimenti su come scrivere i pensieri di un personaggio:

  1. Usa i tag di dialogo senza virgolette . Uno dei modi più semplici per scrivere il monologo interiore del tuo personaggio principale è usare semplicemente i tag di dialogo. Ciò significa che scrivi lui pensava o lei pensava di identificare una frase come qualcosa che un personaggio pensa a se stesso. Ad esempio: Sarah premette l'acceleratore e l'astronave iniziò a sollevarsi da terra. Erano in gioco delle vite e il tempo stava per scadere. Spero che funzioni, pensò.
  2. Usa i tag di dialogo e usa le virgolette . Il Chicago Manual of Style, una delle guide più popolari alle cose da fare e da non fare nello stile di scrittura ampiamente accettate, suggerisce di utilizzare le virgolette per il discorso interiore. Vale la pena notare che questo metodo di utilizzo dei segni vocali può essere fonte di confusione in quanto è identico al modo in cui la maggior parte degli scrittori designa il dialogo parlato. Potresti comunque trovare un'istanza in cui questo formato è utile. Ecco un esempio: Sarah premette l'acceleratore e l'astronave iniziò a sollevarsi da terra. Erano in gioco delle vite e il tempo stava per scadere. Spero che funzioni, pensò.
  3. Usa il corsivo . Il corsivo è spesso usato per dare enfasi alla scrittura. Sono anche una tecnica che gli autori utilizzeranno per identificare i pensieri del personaggio principale. L'uso del corsivo fa una chiara distinzione tra i pensieri e il testo circostante. Ad esempio: Sarah premette l'acceleratore e l'astronave iniziò a sollevarsi da terra. Erano in gioco delle vite e il tempo stava per scadere. spero che funzioni .
  4. Inizia una nuova linea . In una storia, uno scrittore spesso inizia una nuova riga per il dialogo di ogni personaggio. Per un lungo monologo interno o un flusso più lungo di pensieri di coscienza, inizia un nuovo paragrafo. Questo è un segnale visivo che non siamo più nel mondo esterno ma nella testa del personaggio.
  5. Usa POV profondo . Se stai scrivendo narrativa limitata in terza persona o in prima persona, darai a un lettore pieno accesso a un personaggio dentro e fuori. Questo si chiama punto di vista profondo. Deep POV consente a uno scrittore di incorporare i pensieri di un personaggio senza soluzione di continuità nel testo senza interrompere il flusso con punteggiatura o un cambiamento di carattere. I tuoi lettori sono radicati nella mente del tuo personaggio principale e puoi semplicemente intrecciare pensieri, azioni e dialoghi nella storia e il lettore lo associa al protagonista. In questo caso l'esempio potrebbe leggere qualcosa del tipo: Sarah ha spinto sull'acceleratore, sperando che funzionasse. Era mentalmente esausta, ma erano in gioco delle vite e il tempo stava per scadere. L'astronave iniziò a sollevarsi da terra.
  6. Usa una scrittura descrittiva per i personaggi secondari . Se scrivi in ​​POV onnisciente in terza persona, puoi immergerti nei pensieri di più di un personaggio immaginario. Ma se stai scrivendo in POV in prima persona o POV in terza persona limitato e vuoi dare ai lettori un'idea delle emozioni di un altro personaggio, usa la scrittura descrittiva e le informazioni sensoriali per suggerire pensieri o emozioni. Descrivi gli occhi del personaggio in un modo che riveli la loro reazione a un momento, come si muovono i loro occhi, come se guardassero o guizzassero nervosamente. Descrivi il loro volto e le loro espressioni per far sapere ai lettori come potrebbe sentirsi un personaggio quando non ha accesso ai suoi pensieri diretti.
James Patterson insegna scrittura Aaron Sorkin insegna sceneggiatura Shonda Rhimes insegna scrittura per la televisione David Mamet insegna scrittura drammatica

Vuoi saperne di più sulla scrittura?

Diventa uno scrittore migliore con l'abbonamento annuale alla Masterclass. Ottieni l'accesso a lezioni video esclusive tenute da maestri letterari, tra cui Neil Gaiman, David Baldacci, Joyce Carol Oates, Dan Brown, Margaret Atwood, James Patterson e altri.