Principale Cibo Come preparare la migliore marmellata fatta in casa in 4 passaggi: ricetta facile della marmellata di frutti di bosco

Come preparare la migliore marmellata fatta in casa in 4 passaggi: ricetta facile della marmellata di frutti di bosco

Fare la tua marmellata richiede un po' di tempo, pazienza e dita appiccicose, ma presto ti ricompenserai con vasetti di marmellata per i giorni a venire. Una volta imparato a fare la marmellata, puoi modificarla con una miscela di frutta e zucchero a tuo piacimento. La marmellata in piccoli lotti conservata in frigorifero è ottima per i cuochi solisti che vogliono sperimentare con i gioielli del mercato degli agricoltori che cambiano. E se non hai accesso alla frutta fresca, avrai lo stesso successo con quella surgelata. Prova a tenere una busta nel congelatore per preparare al volo la marmellata di lamponi.

Vai alla sezione


Gordon Ramsay insegna cucina I Gordon Ramsay insegna cucina I

Porta la tua cucina al livello successivo nella prima MasterClass di Gordon su metodi, ingredienti e ricette essenziali.



Per saperne di più

Cos'è la marmellata?

La marmellata è composta da pezzi di frutta, solitamente tritati o schiacciati e cotti con lo zucchero fino a quando la pectina non viene rilasciata e il composto si è addensato fino a ottenere una consistenza spalmabile. I frutti più comuni usati per fare la marmellata sono bacche, uva e drupacee. La marmellata è ideale da spalmare su toast e farcire pasticcini.

Di quali ingredienti hai bisogno per fare la marmellata?

  1. Frutta : Se stai preparando una marmellata per la prima volta, è meglio iniziare con tipi di frutta ad alto contenuto di pectina come agrumi, mele, mirtilli rossi, ribes, prugne e mele cotogne. Questi frutti si addenseranno naturalmente più facilmente se cotti con lo zucchero, che è essenziale per buoni risultati.
  2. zucchero : Oltre ad addolcire il sapore, lo zucchero lavora con la pectina e gli acidi della frutta per creare la consistenza del gel che indica una confettura adeguata. Lo zucchero agisce anche come conservante che mantiene il colore del frutto e inibisce la crescita di muffe. Le marmellate a basso contenuto di zucchero richiedono spesso l'aggiunta di pectina per rassodarsi.
  3. Pectina : La pectina prodotta commercialmente viene talvolta aggiunta alla marmellata quando il frutto non contiene abbastanza pectina naturale di per sé. La pectina è una sostanza presente in natura che si trova in bacche, mele e altri frutti. Quando viene cotto ad alta temperatura in combinazione con acido e zucchero, si forma in un gel. Ulteriori informazioni sulla pectina, compresi i sostituti appropriati, Qui .
Gordon Ramsay insegna cucina I Wolfgang Puck insegna cucina Alice Waters insegna l'arte della cucina casalinga Thomas Keller insegna tecniche di cucina

Di quale attrezzatura hai bisogno per fare la marmellata?

  1. Una pentola o una casseruola dal fondo pesante : L'uso di una padella pesante impedisce alla frutta di bruciarsi a causa del calore, fornendo anche una superficie più ampia per l'evaporazione. La chiave per fare la marmellata è ridurre l'acqua nella frutta, aiutandola ad addensarsi con lo zucchero, quindi una pentola dal fondo spesso ti permetterà di cuocere più a lungo senza bruciare il contenuto.
  2. vasetti di marmellata Jam : Utilizzare barattoli da pinta di vetro sigillabili resistenti al calore (facili da sterilizzare) per conservare la marmellata dopo la cottura. La marmellata deve essere calda quando va nel suo barattolo sterilizzato e sigillato, altrimenti può ammuffire. Parte del processo di conservazione prevede che tutta l'aria nella marmellata fuoriesca e che il coperchio venga poi risucchiato nel sottovuoto, creando una forte tenuta.
  3. Spatola resistente al calore o cucchiaio di legno : Gli utensili da cucina resistenti al calore non si riscaldano rapidamente ad alte temperature o reagiscono chimicamente con cibi acidi come fanno le loro controparti metalliche. Non si sciolgono né rilasciano sostanze chimiche nei cibi caldi come fa la plastica.

MasterClass

Consigliato per te

Lezioni online tenute dalle più grandi menti del mondo. Amplia le tue conoscenze in queste categorie.

Gordon Ramsay

Insegna a cucinare I



Scopri di più Wolfgang Puck

Insegna a cucinare

Scopri di più Alice Waters

Insegna l'arte della cucina casalinga

Scopri di più Thomas Keller

Insegna Tecniche di Cucina I: Verdure, Pasta e Uova



Per saperne di più

Che frutta puoi inceppare?

Quando si tratta di selezionare la frutta da confetturare, il limite è il cielo. Puoi fare la marmellata di frutta con una grande varietà di frutta:

  • Agrumi, come arance e kumquat. Gli agrumi, in particolare l'arancia, sono ricchi di pectina.
  • Pomacee, comprese mele e pere. Le pomacee presentano alti livelli di pectina.
  • Bacche, come fragole, lamponi e mirtilli. Questi frutti più morbidi sono più bassi di pectina. Prova la classica ricetta della marmellata di fragole dello chef Dominique Ansel qui .
  • Frutta a nocciolo, come l'albicocca. Le albicocche sono a basso contenuto di pectina e richiedono più zucchero per gelificare.
  • Frutti tropicali, come ananas e frutto della passione. I frutti tropicali non contengono quasi pectina; combinali con frutta ad alto contenuto di pectina o aggiungi zucchero extra per raggiungere la consistenza desiderata.

Qual è la differenza tra marmellata e gelatina?

La marmellata è fatta con pezzi di frutta con zucchero, mentre la gelatina è composta solo da succo di frutta e zucchero. Noterai una grande differenza nella consistenza, con la marmellata che è strutturata e spatolabile rispetto alla gelatina che è liscia, soda e chiara.

Puoi fare la marmellata senza pectina?

Pensa come un professionista

Porta la tua cucina al livello successivo nella prima MasterClass di Gordon su metodi, ingredienti e ricette essenziali.

Visualizza classe

Puoi fare la marmellata senza aggiunta di pectina in due modi:

  • Usa frutta ad alto contenuto di pectina, come mele o arance.
  • Combina un frutto a basso contenuto di pectina con il succo di limone, in modo che la pectina naturale degli agrumi reagisca con lo zucchero presente nel frutto.

In generale, i frutti appena maturi avranno una pectina più alta e richiederanno meno zucchero rispetto ai frutti maturi con meno pectina. Dovrai aggiungere più zucchero al frutto maturo per farlo addensare e un po' di succo di limone in più per bilanciare la dolcezza.

4 consigli per preparare una marmellata fatta in casa perfetta

Scelto dalla redazione

Porta la tua cucina al livello successivo nella prima MasterClass di Gordon su metodi, ingredienti e ricette essenziali.
  • Pulisci e sterilizza i tuoi vasetti . Assicurati di pulire bene i barattoli manterrà la durata di conservazione della marmellata e proteggerà il cibo dal deterioramento. Sterilizzare i vasetti lavandoli in acqua calda e sapone, sciacquandoli e scolandoli. Mettere sulle griglie del forno e scaldare a 250°F per 10-15 minuti.
  • Usa il giusto tipo di zucchero . Lo zucchero semolato o da conserva è l'ideale per fare la marmellata. Il granulato funziona bene con i frutti ad alto contenuto di pectina, ma lo zucchero da conserva ha cristalli di zucchero più grandi che aiutano a fissare i frutti a basso contenuto di pectina.
  • Controlla il livello di pectina nella tua frutta . La pectina si trova naturalmente nella frutta e quando viene cotta con lo zucchero, addensa e fissa la marmellata. Agrumi, mele e prugne hanno alti livelli di pectina. I frutti più morbidi come pesche, ciliegie e uva hanno livelli più bassi. Per bilanciare la frutta a basso contenuto di pectina, combinala con frutta ad alto contenuto di pectina (alcune spremute di succo di limone funzionano) o aggiungi la polvere di pectina prodotta in commercio. L'uso di frutta leggermente acerba aumenterà i livelli di pectina.
  • Il test delle rughe . Il punto di impostazione per l'inceppamento è 220°F. Prova questo con un termometro per caramelle o prova il test delle rughe. Prima di cuocere la marmellata mettete un piatto in freezer. Quando pensi che la tua marmellata sia pronta, versane un po' sul piatto. Se la superficie della marmellata si increspa quando la tocchi con il dito, è fatta.

Come conservare la marmellata fatta in casa

Quando la marmellata è raffreddata e conservata coperta in barattoli puliti, può durare fino a un mese in frigorifero o fino a un anno in congelatore. L'inscatolamento prolunga notevolmente la durata di conservazione. Se si lavora per inscatolamento in un bagno d'acqua bollente, ci si può aspettare fino a due anni di conservabilità se conservato in un luogo fresco e asciutto.

Marmellata di pane ai frutti di bosco

Ricetta marmellata di frutti di bosco fatta in casa

e-mail ricetta
2 valutazioni| Vota adesso
Tempo di preparazione
5 minuti
Tempo totale
25 minuti
Tempo di cucinare
20 minuti

ingredienti

  • 1 libbra di frutti di bosco freschi (fragole, mirtilli, more o un mix)
  • 3/4 tazza di zucchero semolato
  • 2 cucchiai di succo di limone fresco
  • Pizzico di sale
  1. Metti una piastra resistente al calore nel congelatore.
  2. Pulisci le bacche, tagliandole se necessario. Tagliare a pezzi da 1 pollice. Unire le bacche, lo zucchero e il sale in una grande pentola dal fondo pesante. Mettere la pentola sul fuoco basso, sciogliendo lo zucchero. Portare a fuoco alto, portare a bollore continuando a mescolare e schiacciare la frutta con uno schiacciapatate o una forchetta. Aggiungere il succo di limone; abbassare il fuoco e cuocere a fuoco lento, mescolando spesso, fino a quando non si addensa e il composto aderisce a un cucchiaio, circa 20 minuti. Scremare l'eventuale schiuma che sale in superficie.
  3. Togliere la pentola dal fuoco e versare un po' di marmellata sul piatto. Lasciare riposare per un minuto, quindi spingere la massa di marmellata con un dito. Una volta che la superficie della marmellata si raggrinzisce, allora si è rappresa. Se è ancora liquido, continua a cuocere per qualche minuto fino a quando non viene nuovamente testato.
  4. Versa la marmellata calda finita in due vasetti puliti da 8 once, lascia raffreddare completamente a temperatura ambiente se riponi in frigorifero (fino a un mese), altrimenti procedi con un metodo di inscatolamento per una conservazione più lunga. Impara come fare con la nostra guida Qui .