Principale Attività Commerciale Economia 101: cos'è il PIL reale? Scopri come misura il PIL reale e come viene calcolato

Economia 101: cos'è il PIL reale? Scopri come misura il PIL reale e come viene calcolato

Il PIL reale si adegua all'inflazione ed è il ritratto più accurato della traiettoria di un'economia. Rimuovendo l'inflazione come variabile, il PIL reale può dire agli economisti se l'economia di una nazione sta crescendo, si contrae o rimane costante.




Che cos'è il PIL reale?

Il prodotto interno lordo reale, o PIL reale, è la produzione economica totale corretta per l'inflazione di beni e servizi di una nazione in un determinato periodo di tempo. Conosciuto anche come PIL a prezzo costante, PIL corretto per l'inflazione o PIL in dollari costanti, il PIL reale viene derivato isolando e rimuovendo l'inflazione dall'equazione posizionando il valore ai prezzi dell'anno base, rendendo il PIL un riflesso più accurato della produzione economica di una nazione.

come scrivere un paragrafo efficace

Vai alla sezione


Paul Krugman insegna economia e società Paul Krugman insegna economia e società

L'economista premio Nobel Paul Krugman ti insegna le teorie economiche che guidano la storia, la politica e aiutano a spiegare il mondo che ti circonda.

Per saperne di più

Come viene calcolato il PIL reale?

Per calcolare il PIL reale, il Bureau of Economic Analysis (BEA), l'organizzazione del Dipartimento del Commercio degli Stati Uniti incaricata di fornire i dati economici ufficiali della nazione, deve considerare due periodi di tempo separati: un anno base e l'anno in corso di studio. Ciò è necessario per calcolare l'inflazione tra i due periodi e quindi adeguare il PIL di conseguenza.



  • Per calcolare il PIL reale, gli economisti devono prima calcolare PIL nominale moltiplicando la quantità di beni che un paese ha prodotto nell'anno in esame per i prezzi correnti di tali beni.
  • Questo viene fatto con un indice dei prezzi al consumo del paniere di beni del paese, ovvero il prezzo medio che i consumatori pagano per i beni e i servizi prodotti da un paese.
  • Gli economisti calcolano il PIL reale aggiustando quindi il PIL nominale risultante per tenere conto dell'inflazione applicando un deflatore del PIL o un indice dei prezzi, che misura l'inflazione dall'anno base. In questo caso, l'anno base è un anno separato da quello in esame, ma i cui prezzi verranno utilizzati per misurarlo.
  • Ad esempio, supponiamo che gli economisti calcolino il PIL reale per il 2017, utilizzando il 2016 come anno base. Se i prezzi del 2017 aumentassero dell'8% rispetto ai prezzi dell'anno base, il deflatore sarebbe 1,08, il numero che esprime la variazione del prezzo nel tempo tra il 2016 e il 2017.
  • Dividendo il PIL nominale per questo numero del deflatore si rimuove l'inflazione dal risultato e si ottiene il PIL reale di un'economia, che ora esprime la produzione economica senza l'influenza dell'inflazione.

Cosa misura il PIL reale?

Il PIL reale misura la produzione economica totale di un paese aggiustata per le variazioni di prezzo dovute all'inflazione.

  • Il confronto del PIL reale di due anni diversi rivela la traiettoria economica di un paese, dicendo agli economisti se l'economia del paese sta crescendo, diminuendo o rimanendo stagnante, indipendentemente dalle variazioni di prezzo causate dall'inflazione o dalla deflazione. Un paese produce e vende più cose rispetto all'anno scorso?
  • Tuttavia, non ci dice il valore di mercato effettivo in tempo reale della produzione economica di un'azienda. Poiché adegua il valore di mercato dei beni per tenere conto dell'inflazione, rimuove il contesto dell'attuale momento economico e può rivelarsi fuorviante quando si cerca di capire, ad esempio, il valore del PIL di un paese in base ai prezzi in un momento specifico.
Paul Krugman insegna economia e società Diane von Furstenberg insegna come costruire un marchio di moda Bob Woodward insegna giornalismo investigativo Marc Jacobs insegna design della moda

Cosa dice il PIL reale agli economisti?

Gli economisti usano il PIL reale per confrontare il potere d'acquisto e la crescita di un'economia nel tempo. In sostanza, l'espressione di due anni di valore di mercato negli stessi prezzi medi consente agli economisti di comprendere l'aumento o la diminuzione lordo della produzione economica senza essere influenzati dal tasso di inflazione nel tempo. Questo dice loro se la produzione di un'economia sta aumentando o diminuendo in un periodo di tempo, indipendentemente dalle variazioni di prezzo.
Alcuni dei suoi usi includono:

cos'è un buon vino rosso da cucina
  • Tracciare la traiettoria economica di un paese nel tempo. Rimuovendo l'inflazione, il PIL reale fornisce le cifre più accurate con cui esprimere e monitorare i cambiamenti di un'economia nel tempo.
  • Fornire alle istituzioni governative dati rilevanti per l'elaborazione delle politiche. La crescita della produzione nel tempo è una figura chiave per i responsabili politici ed economici che prendono decisioni sui tassi di interesse e sulla spesa pubblica. Considera la Federal Reserve degli Stati Uniti (nota anche come Fed), che considera il PIL reale quando prende decisioni sull'aumento o la riduzione dei tassi di interesse.
  • Consentendo il confronto tra la produzione economica di più paesi.

MasterClass

Consigliato per te

Lezioni online tenute dalle più grandi menti del mondo. Amplia le tue conoscenze in queste categorie.



Paul Krugman

Insegna Economia e Società

Scopri di più Diane von Furstenberg

Insegna a costruire un marchio di moda

Scopri di più Bob Woodward

Insegna giornalismo investigativo

Scopri di più Marc Jacobs

Insegna Fashion Design

quali sono i tipi di conflitto
Per saperne di più

Qual è la differenza tra PIL reale e PIL nominale?

Pensa come un professionista

L'economista premio Nobel Paul Krugman ti insegna le teorie economiche che guidano la storia, la politica e aiutano a spiegare il mondo che ti circonda.

Visualizza classe

Il PIL nominale utilizza la produzione e i prezzi di un determinato anno per esprimere il valore economico totale prodotto da un paese nel periodo studiato.

  • Ciò significa che gli aumenti o le diminuzioni dei prezzi (generalmente causati dall'inflazione) influenzeranno il PIL nominale tanto quanto la quantità effettiva di beni e servizi prodotti. Il PIL nominale può essere utile quando si confrontano le prestazioni economiche di un paese nello stesso anno, ad esempio su un sistema trimestrale. Pertanto, il PIL nominale viene utilizzato al meglio quando si cerca un'istantanea del valore totale della produzione di un'economia basata sui prezzi di mercato correnti.
  • Il PIL reale, d'altra parte, esprime il valore totale a prezzi costanti, il che significa che gli economisti isolano e poi tolgono in considerazione l'inflazione. Di conseguenza, il PIL reale fornisce un ritratto più accurato della crescita economica rispetto al PIL nominale perché utilizza prezzi costanti, rendendo i confronti tra anni più significativi consentendo confronti del volume effettivo di beni e servizi senza considerare l'inflazione.
  • È quindi uno strumento più accurato quando si considerano i cambiamenti nel tempo nel livello di produzione di un'economia: gli economisti usano il PIL reale per monitorare la crescita economica di un paese. Il PIL reale è uno strumento migliore per giudicare le prestazioni economiche nazionali a lungo termine perché tiene conto solo dell'effettivo cambiamento nella produzione economica di un paese.
  • Il modo migliore per esprimere la differenza tra i due termini è considerare la differenza tra crescita positiva del PIL nominale e PIL reale: una crescita del PIL nominale positiva può essere attribuita all'inflazione; un tasso di crescita del PIL reale positivo, tuttavia, può derivare solo da un aumento della produzione.

Scopri di più su economia e società nella MasterClass di Paul Krugman.